La "nuova" Direttiva Europea - quella, per intenderci, che sostituirà l'ormai ultra datata 314/90 - è stata approvata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio nel novembre 2015 ed entro la fine di quest'anno dovrà essere recepita dal nostro Paese. Successivamente gli organi legislativi nazionali dovranno dare forma e sostanza alla normativa mediante l'emanazione di un Decreto Legislativo, cosa che avverrà entro la fine di giugno 2018 rendendo di fatto operativo il suo contenuto.

Le differenze rispetto a quanto finora disposto dalle vigenti normative saranno parecchie: dobbiamo considerare che la precedente direttiva del 1990 vedeva la luce in anni in cui il web non esisteva ancora (la prima "pagina web" è del 1991), i biglietti aerei si compilavano a mano, per prenotare la Tirrenia in alta stagione si faceva "la fila" di notte davanti agli sportelli della compagnia, gli hotel riconoscevano le commissioni, i T.O. erano guidati da veri leoni del turismo e i clienti erano felici.

Negli anni trascorsi sono appunto cambiate molte cose, e questi cambiamenti hanno imposto una completa (anche se non ancora sufficiente...) rivisitazione delle regole per ricomprendere alcune formule di vacanza oggi prive di riferimenti precisi, per rendere maggiormente incisivi gli obblighi in merito all'informazione dovuta al consumatore e alla responsabilità dei professionisti, per imporre regole precise e uniformi alle OLTA e garantire i viaggiatori nei casi di insolvenza o fallimento delle imprese turistiche alle quali si affidano.

Detta così, in poche righe, è facile e ragionevole, ma leggendo con attenzione ogni parola di ogni riga (se avrete voglia e pazienza per farlo...) scoprirete che non è proprio così: il cambiamento implica difficoltà, e queste arriveranno di sicuro. Ma ci troveranno preparati... Già oggi stiamo lavorando per presentare le nostre considerazioni sull'intero complesso della Direttiva così da suggerire interpretazioni coerenti con gli infiniti e complessi collegamenti che legano le varie componenti del settore e con le situazioni che segnano (pesantemente) agenti di viaggio e tour operator.

Per aiutare gli AdV a meglio comprendere ciò che li aspetta abbiamo pubblicato, sul nostro sito, una breve panoramica sui punti che riteniamo maggiormente interessanti nonché il testo integrale della Direttiva. Entro breve, inoltre, ne forniremo una versione totalmente commentata così da rendere più chiari i futuri passaggi.

LEAVE A REPLY

*