BVacanze317Mi ha colpito un articolo pubblicato ieri, online, da TTG (Leggi articolo) nel quale si parlava di Bluvacanze - Vivere&Viaggiare alla ricerca di nuovi partner.

Nulla di strano che un’azienda ricerchi nuove collaborazioni per lo sviluppo del proprio business, più strano che la stessa azienda offra a “giovani, meno giovani, professionisti del settore turismo o del retail in genere…. La possibilità di sviluppare il proprio business guidando agenzie già avviate, con un parco clienti consolidato, complete di allestimento e sistemi informatici e senza costi di inizio attività, depositi o cauzioni

In pratica si offre a chiunque la possibilità di gestire un’agenzia di viaggi già avviata e dotata di clienti. Senza costi.

La cosa strana è che a proporre questa offerta sia proprio quella stessa azienda che, nel corso dell’ultimo anno, ha forse firmato più accordi sindacali per cassa integrazione e licenziamento di qualsiasi altra nel settore del turismo (oltre un centinaio di dipendenti solo nel 2016...). Per quale motivo? Crisi, la stessa crisi che ha portato alla chiusura molte agenzie di viaggio e parecchi tour operator.

Nessuno nega che le difficoltà ci siano per chiunque lavora in questo settore: tra difficoltà economiche di due famiglie su tre, tetti pensionistici capaci di premiare solo gli ultranovantenni, disoccupazione giovanile (e non solo…) alle stelle, terrorismo e altre amenità del genere, il turismo paga conti esorbitanti rispetto a qualsiasi altro settore. Ciò non toglie che se licenzio oltre 100 persone occupate nelle “mie” agenzie di viaggio perché la crisi non mi permette di pagarle, e pochi giorni dopo metto le stesse agenzie di viaggio (fornite di clienti, allestite e informatizzate…) a disposizione di “giovani, meno giovani, professionisti del settore turismo o del retail in genere…”, il dubbio di una scarsa trasparenza nei confronti di chi dovesse mai accettare questa proposta un po’ mi viene.

Per carità… Lo stesso TTG spiega in altro articolo dello stesso giorno che i grandi network diventano sempre più grandi, ma non credevo che uno dei metodi per crescere fosse il “riciclaggio” dell’agente di viaggio: se ne mette fuori uno, se ne porta dentro un altro.

Bluvacanze – Vivere&Viaggiare spiega che il suo obiettivo è crescere commercialmente “…mettendo a disposizione di nuovi imprenditori punti vendita strategici in alcune aree d’Italia che ci (li) vedono protagonisti dalla fine degli anni ’90…”, ma se i punti vendita ai quali il network fa riferimento sono quelli appena “liberati” dagli ingombranti dipendenti, allora mi auguro che il prurito di protagonismo dei nuovi imprenditori venga grattato in altro modo. E’ vero che grattare è sempre grattare, ma un minimo di decenza si impone sempre.

Marco Palma

6 COMMENTS

  1. Ottimo articolo davvero ! ed e’ il primo che si legge sulla questione Bluvacanze e su tutti i licenziamenti in corso.
    Mi stupisce sempre di più invece TTG. ormai possiamo definirlo come il più grande giornali di Markette del mondo del turismo… Mai una critica, mai una contestazione sull’operatore di questi dirigenti e direttori commerciali che in questi anni ( ci sarà anche la crisi…) stanno devastato i Tour Operator o sui Network, inutili come le province e costosi come le regioni…. r : Remo “Er Marketta ” Vangelista non si e’ mai espresso su tutti i licenziamenti Alpitour, Costa Crociere, Hotelplan etc ma anzi ha sempre pontificato su chi li ha distrutti facendo sempre articoli su questi “lupi di mare”con mille riverenze… non da ultimo quello su Schiavon…. Impressionante….

    • Noi, invece, siamo stupiti del “silenzio degli innocenti”, ovvero dei tanti licenziati e presi in giro che non hanno avuto il coraggio di gridare forte e chiaro cosa pensassero di un’azienda che – dopo averli spremuti come limoni – ne ha buttato via la buccia senza neppure pensarci due minuti…

      • e a chi dovevano gridarla la rabbia ? il 26 febbraio c’e’ stato lo sciopero.
        i giornali di settore dov’erano ? qualcuno ha poi scritto qualcosa ? sollevato critiche ? no, sempre tutto bene, “crescite e rilancio”,.
        tutti con segno positivo, anche chi chiude, lo fa in positivo…

  2. …..appena uscito nuovo articolo su Peroglio….. che tempismo…
    la classe non e’ acqua !!! Vai Remo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. dai prossima intervista con riverenza a : Scotti, Colombo, Fratelli Benin, Cisini ( con film ovviamente) Toto, Comandante Gentile , Scaffidi, Hebara e Fouad. !!

    vai !!!!

LEAVE A REPLY

*