AIAV 1 positivo ver2 tricolore 317Oggi Autotutela compie un nuovo passo in avanti, trasformandosi radicalmente e puntando a raggiungere nuovi obiettivi, nuovi traguardi. Giusto dire che, in 13 anni di attività, di passi avanti ne abbiamo fatti molti, magari non quanti ne avremmo voluti fare, ma sicuramente non siamo stati spettatori inerti del trascorrere del tempo e delle cose.

Chi ha buona memoria ricorderà sicuramente che dal settembre 2001 ad oggi sono successe molte cose… I primi segnali di multicanalità, i dei tagli delle commissioni aeree del 2004, le difficoltà crescenti delle agenzie tradizionali poste di fronte al web, il crollo dei più importanti operatori schiantati dall’arrivo della crisi economica e dalle scelte sbagliate.

Da allora si sono fatte molte cose e si sono combattute molte battaglie, con piccole soddisfazioni e grandi delusioni: speravamo di fare di più, ma man mano che crescevamo noi crescevano anche i problemi, quasi si impegnassero a gareggiare con la nostra pazienza, con la nostra perseveranza. Che non è mai venuta meno.

In tredici anni abbiamo conosciuto e aiutato moltissimi colleghi: tanti di loro sono oggi nostri Soci, qualcuno ha preferito continuare a militare sotto altre sigle e altri hanno mantenuto ferma la loro decisione di non sposare nessuna aggregazione. Da parte nostra, ringraziamo tutti perché tutti, indistintamente, ci hanno aiutato a crescere e a far crescere la fiducia in noi.

Proprio per questo motivo abbiamo deciso che era ora di passare oltre quel nome – Autotutela – che era perfetto nel 2001, giusto negli anni che ci hanno visto sempre presenti sui problemi comuni ma, purtroppo, inadeguato – oggi – per un’Associazione che si spende ogni giorno per tutti gli Agenti di Viaggio, senza badare se o a chi sono legati.

Quindi, senza alcun timore di apparire autoreferenziali, Autotutela oggi lascia il passo all’Associazione Italiana Agenti di Viaggio augurandole di diventare, nel tempo, la casa ideale per ogni agente che si riconosca nei suoi ideali e nelle sue azioni.  Non toglieremo nulla a ciò che siamo stati fino a ieri: il nostro è un passo verso il futuro, non un disconoscimento del passato, e nel nostro futuro ci sono e ci saranno sempre, solo gli Agenti di Viaggio.

14 maggio 2014. Si cambia in meglio.

12 COMMENTS

  1. Grazie per le info sempre utili e le “chicche” ante tempo, che ci aiutano, a volte, a non vendere i t.o. che stanno crollando o che si comportano poco professionalmente o che addirittura truffano, mentre noi ci mettiamo la faccia!
    GRAZIE

  2. Mi pare che questo nome AIAV era il primo papabile nel lontano 2004, sicuramente sembrava eccessivo all’epoca, ritengo che oggi non lo sia piu’… !!!

    • Mah… Nel 2004 la scelta di mantenere il nome originale è stata corretta e vincente. Ci fossimo auto-definiti allora ciò che siamo concretamente oggi, avremmo peccato di superbia. Ora il cambiamento ci sta tutto. Grazie per averci scritto.

  3. Buongiorno
    Pur non essendo un Agente di Viaggio, ma comunque operando con loro, vi leggo sempre con molto interesse e attenzione. Sapete entrare nelle problematiche degli Agenti di Viaggio con ‘competenza’ e… passione, per cercare le migliori soluzioni: e ce n’è veramente molto bisogno in quanto le cose negli anni si sono molto complicate, cosi come è aumentata la confusione di chi fa cosa. Non ultimo è stata aumentata, con le varie Leggi, la Responsabilità degli Agenti di Viaggio, Leggi che a volte sono in contraddizione con se stesse.
    I miei Migliori Auguri per un continuo vostro successo e un sincero Grazie.

  4. Un sincero in bocca al lupo!
    Il vostro faticoso supporto è da ritenersi insostituibile per la nostra categoria.
    E l’acronimo è evocativo (AIA..V !) quasi a volerci mantenere vigili sui
    molteplici aspetti del nostro settore, dove spesso ci si può “scottare”!
    Avanti così !
    Un vostro ammiratore da sempre
    Alberto Adv

LEAVE A REPLY

*