Il 7 settembre 2019 partirà, da Torino, un gruppo di ciclisti della Polisportiva U.I.C.I. – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – che, percorrendo la c.d. “Via del PO”, raggiungerà Venezia la settimana successiva, percorrendo la bellezza di circa 600 chilometri a bordo di sei tandem assistiti, ovviamente, da meccanici e personale di supporto ospitati in tre mezzi furgonati che provvederanno al trasporto dei bagagli e fungeranno da officina mobile in caso di necessità.

Percorrere 600 chilometri in una settimana, in tandem, non è già cosa da tutti i giorni, ma quando a percorrerli sono sei di ultrasessantenni/settantenni e altrettanti ciechi, l’iniziativa assume tutt’altro aspetto. Infatti, tutti gli “equipaggi” saranno composti da un cieco e da un accompagnatore dalla non più verde età. Una scommessa simpatica e coraggiosa!

Vedere il mondo è, da sempre, il sogno di ogni uomo e vederlo con gli occhi dei propri accompagnatori sarà, per questi sei intrepidi non vedenti, un’esperienza irripetibile e ricca di emozioni che si snoderà, da Torino, attraverso Chivasso, Crescentino, Trino, Casale Monferrato, Valenza, Pavia, Chignolo Po, Cremona, Brescello, Mirandola, Ferrara, Contarina e Porto Marghera, fino a giungere a Venezia (Mestre) il 13 settembre.

L’AIAV sarà sponsor di questa iniziativa - insieme a Sanicode e a GO-ON-ITALY - per contribuire alla diffusione delle attività sportive e ludiche non solo tra i non vedenti ma tra tutti coloro che potrebbero sembrare “tagliati fuori” da una vita normale.

#NessunoÈTagliatoFuori e questa iniziativa sarà un’ulteriore dimostrazione di come passione, volontà e sport possano diventare, insieme, un collante sociale irresistibile!

LEAVE A REPLY

*