Ieri, 31 luglio 2017, si è tenuto presso il MiBACT - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo un incontro tra le Associazioni di Categoria degli AdV (AIAV, Assoviaggi, Federturismo Confindustria e Fiavet) e dei T.O. (Astoi) e con la partecipazione di Federalberghi. L’incontro era presieduto dai vertici del Ministero che, sostanzialmente, che hanno voluto assicurare alla nostra categoria pieno sostegno e attenzione.

Oggetto dell’incontro era la verifica dello stato dell’arte in merito all'applicazione della modifica agli artt. 50 e 51 del Codice del Turismo che impone ad agenti di viaggio e tour operator l’obbligo di dotarsi di apposite garanzie a favore dei viaggiatori (polizza assicurativa o Fondo di Garanzia) e la discussione sui contenuti della Direttiva UE 2015/2032 che, dal prossimo anno, rappresenterà il nuovo testo di Legge sui pacchetti e sui servizi turistici collegati.

Per quanto riguarda la questione delle garanzie a favore dei viaggiatori, il Ministero ha assicurato che non esiste alcun motivo valido che consenta alle Regioni di NON applicare il dettato di Legge e che saranno fatti i dovuti passi per portarle tutte al rispetto di quanto stabilito.
Le Associazioni stanno anche valutando l’ipotesi di rendere responsabili le Regioni qualora si verifichino casi di insolvenza o fallimento di agenti o operatori turistici che risultino privi delle garanzie necessarie, essendo compito degli Enti pubblici il controllo sul possesso dei requisiti necessari all’operatività agenziale.

Sulla questione della Direttiva la discussione ha portato alla luce una serie di aspetti che andranno assolutamente normati in maniera tale da rivalutare il lavoro dell'operating e delle agenzie di viaggio, da tutelare quanto più possibile il viaggiatore e da fornire una valida arma contro l’abusivismo dilagante.

Vi sono – tra le diverse associazioni – posizioni leggermente divergenti che ci si augura di poter far infine confluire in un testo che, quando sia al vaglio dell’Organo legislativo, possa tradursi in una Legge al passo con i tempi e in grado di sostenere adeguatamente il sistema del turismo organizzato.