Eccezionale promozione! Volo + 7 notti hotel 4**** A.I. a Zanzibar a soli 549 euro!

E adesso, cari agenti di viaggio, spiegatelo voi ai clienti che non siete tutti una manica di ladri…  Già, perché quando vedranno questa promozione su Groupon, il loro pensiero sarà proprio quello: “…quel ladro del mio agente di viaggio mi ha parlato almeno del doppio…”.

Si sa, Groupon è uso fare promozioni di viaggi a prezzi particolarmente intriganti: o trova l’operatore che gli assicura il prezzo shock, o si costruisce l’operatore. Visto che con questa seconda ipotesi non ha funzionato, ne ha trovato uno – un operatore vero – capace di offrire l’impossibile.

Chi sia l’operatore non si sa… Di lui si sa solo che ha il volo su Zanzibar il sabato da Malpensa e che, di norma, fa pagare i trasferimenti direttamente sul posto Laughing.  Ah... Si sa anche che per veicolare questa offerta ha scelto le agenzie "Frigerio Viaggi", quelle che erano state definite "le più belle agenzie d’Italia".  Il che dimostra come la bellezza, da sola, valga ben poco...

549 euro… Se vado una settimana a Riccione spendo di meno!  Ma scusate, agenti di viaggio, mi permettete un consiglio?  Smettetela di acquistare dagli operatori e comprate da Groupon!  Fate il prezzo dal catalogo e comperate da questi… come chiamarli… mah… da questi demolitori di prezzi!

Volete un esempio? Una partenza del 21 settembre da Milano Malpensa e un hotel 4**** di costo non elevato - come l'hotel Kiwengwa Resort - estrapolato dal sito web di un operatore “qualsiasi”, costa 1.231 euro a persona senza assicurazione annullamento.  Se lo stesso hotel, per la stessa data, lo si cerca sul sito Groupon / Frigerio, lo si trova a 549 euro + 199 euro di tasse.

Differenza? Ben 483 euro a persona, che non sono proprio ceci, come si dice. Voi quanto avete di commissione? Meno, vero? Allora è valido il mio consiglio: non comprate da questi T.O. e preferite Groupon!  Guadagnerete di più e, prima o poi, vedrete che ai T.O. passerà la voglia di vendere le vacanze al prezzo delle patate!

Comunque – seriamente – operatori che si lanciano in simili operazioni possono aver solo tre motivazioni: la prima è che siano degli emeriti rincoglioniti, la seconda è che abbiano davvero sulle scatole le agenzie di viaggio e la terza, forse la più plausibile, che siano in così forte difficoltà da dover portare a casa soldi in qualsiasi modo, anche se pochi e anche se in maniera per nulla corretta nei vostri confronti.

Tre sole possibilità.  Aprirei un sondaggio…

21 COMMENTS

  1. Dei rincoglioniti che ne hanno le tasche piene e alla frutta.
    Dopo tanti anni di attività e una discreta conoscenza dei prezzi forse non ho capito nulla.
    Vediamo di capirci qualche cosa.
    Il prezzo di vendita è € 748 (le tasse sono delle balle). Ora Groupn vuole almeno il 10/15% restano € 693 (sono stato buono e ho calcolato il 10%) Il volo costerà circa € 450 Hotel 7 notti se trovano uno sfigato € 25 in a.i. fanno 175= transfer, assistenza costi generali € 30 Totale € 655= Frigerio vorrà un obolo………..
    Manca qualsiasi possibilità di utile e allora penso che siamo alla frutta o prepariamo il botto. Il buon Andreotti aveva ragione … “a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca”.
    Dimenticavo poi il cliente pretende anche di stare bene mangiare ostriche e champagne altrimenti “LE AGENZIE” sono dei ladri …. ma cosa c’entriamo noi??????
    Il nostro settore e con questo intendo l’intera filiera è specialista nell’autodistruzione
    saluti

  2. Mi e proprio capitata situazione simile on rosi. Perso cliente e sbraitato con promotore del noto t.o. Che non cito…. Risultato che siamo noi i coglioni e che dovremmo chiudere definitivamente le vendite con questi pazzi che non fanno altro che rovinare il mercato . Bastaaaaaa prenderci per le natiche

  3. Spiacente Grillo Sparlante, ma sino a quando farò questo lavoro, non acquisterò mai viaggi su groupon.. nemmeno con una pistola alla tempia.
    A parte questo, che considero una boutade, ora parlo seriamente, nel dire che la mia agenzia non fisserà mai più una prenotazione con il t.o. che fà pagare i trasferimenti in loco..
    Ultima considerazione, la mia agenzia non è sicuramente tra le più belle d’Italia, ma è così pulita, che la guardo sempre con un sorriso.
    Ciao

  4. Siccome la curiosità è insita nel mio carattere, pausa pranzo ho dato un’occhiata sul sito e oltre a Zanzibar di cui già 8 coupon venduti vi faccio l’aggiornamento, tanto per renderci conto:
    Fuerteventura da 249 con 47 venduti, Hurgada 299 con 35 venduti, Sharm 499 con 2 venduti, Mykonos 399 con 10 venduti, Kos 249 con 30 venduti, Ibiza 469 con 4 venduti, Crociera Nilo nonostante lo sconsiglio 699 con 11 venduti, Azzorre (uno dei prodotti più difficili da vendere) 469 con 14 venduti, Skiatos 349 con 19 venduti. Ognuno tragga le sue conclusioni!

  5. Mi sorge un dubbio e mi piacerebbe sentire il parere di Autotutela.
    Per legge nei nostri uffici non si possono vendere oggetti diversi dai viaggi nemmeno se correlati, vedi creme solari, valigie ecc. Ora all’interno del sito oggetto della discussione si vede di tutto … è’ legale?? MI rendo conto che il ragionamento è tirato e che il luogo è virtuale ma allora qui necessitiamo di un cambio della legislazione per le agenzie togliendo il divieto di vendere all’interno dei nostri negozi merce diversa dai viaggi.
    Ma la cosa che mi lascia perplesso è il fatto che questo sito vende viaggio a tutti gli effetti come una agenzia. e la licenza con relativo direttore tecnico, le assicurazioni obbligatorie, le condizioni di vendita secondo la normativa vigente ecc. dove sono??? Perché controllano noi agenzie e non questi siti che di fatto fanno attività abusiva. E lo fanno perché INCASSANO DIRETTAMENTE IL CORRISPETTIVO, dunque vendita secondo la normativa imposta alle agenzie regolari.
    saluti

  6. Per Fausto hai letto le condizioni generali di vendita: in base all’articolo 2 Groupon non è mai responsabile e nel caso ci fossero delle inadempienze da parte del Partner come fu per Deals Travel entra in azione il paragrafo 3.5
    (ti possiamo offrire un rimborso tramite credito Groupon e in alcuni casi (quali casi?) un rimborso monetario)
    3.5.1 Se ti confermiamo che la descrizione presente sul Sito e sul Coupon è corretta e che il Partner è inadempiente o che tu sei comunque insoddisfatto con quanto fornito dal Partner: sarà nostra cura provare a contattare il Partner per risolvere il problema. Tuttavia ti preghiamo di tenere presente che (come indicato alla sezione 2.5 di questo Accordo), il Partner (e NON Groupon o Groupon International) è il solo responsabile dei Prodotti forniti in riferimento ad un Coupon e sempre che lofferta non specifichi che il prodotto è venduto direttamente da Groupon. Se il Partner onora il Coupon correttamente nessun problema. Se il Partner non onora il Coupon correttamente, allora hai diritto ad intraprendere le necessarie azioni legali contro il Partner. Tuttavia, noi di Groupon andiamo oltre i nostri obblighi ai sensi di legge. Ti offriamo il diritto di cancellare ed ottenere il rimborso ai sensi della sezione 3.1. A seconda del motivo per cui sei insoddisfatto, ti possiamo offrire un rimborso tramite un credito Groupon e, in alcuni casi, anche un rimborso monetario.
    2.5 RESPONSABILITA
    2.5.1 Tieni presente che è il Partner, e non Groupon, a vendere i Prodotti.
    2.5.2 Tieni presente che è il Partner, e non Groupon, la parte che conclude un contratto con il soggetto che riscatterà il Coupon per i Prodotti. Tieni altresì presente che, oltre al contratto tra la persona che riscatterà il Coupon ed il Partner, la persona che ha Acquistato il Coupon ha concluso un contratto separato anche con noi per lAcquisto del Coupon e che è rappresentato da questo Accordo.
    2.5.3 Tieni presente che è il Partner, e non Groupon, il solo responsabile per la fornitura dei Prodotti.
    2.5.4 Tieni presente che è il Partner, e non Groupon, il solo responsabile del riscatto di qualsiasi Coupon che hai Acquistato. Nel caso in cui un Partner si rifiuti di riscattare un Coupon, avrai diritto ai rimedi di cui alla successiva clausola 3.1..
    2.5.5 Tieni presente che, salvo il caso in cui i Prodotti riscattabili con un Coupon siano venduti direttamente da Groupon, è il Partner, e non Groupon, il solo responsabile della prestazione delle garanzie sui Prodotti riscattabili con un Coupon, ivi inclusa la garanzia legale per non conformità ai sensi degli Articoli 129, 130 e 132 del Codice del Consumo. Per la garanzia legale sui Prodotti venduti direttamente da Groupon, vai alla successiva Sezione 3.8.
    Non sarò un giurista ma mi sembra di capire che in base a questi criteri anche noi allora potremmo proporre tutto quello che ci pare, decliniamo ogni responsabilità e nel caso di inadempienze rimborsiamo, senza null’altro a pretendere da parte del cliente ma mi sembra che per noi agenzie e tour operator non sia proprio così ed anzi rischiamo di essere portati facilmente in tribunale con richieste molto alte di risarcimento per i vari danni. La cosa più straordinaria è che se lo facciamo noi i rischi sono altissimi e si sparge discredito sul settore, quando c’è stato l’episodio Deal Travel, Groupon ha ricevuto i ringraziamenti per come si erano comportati. Punti di vista rispettabilissimi, ognuno nella vita giudica secondo la sua logica.

    • Ciao Santo
      Premesso che non ho mai acquistato da loro e non sono registrato pertanto spero di non dire delle stupidaggini.
      Quello che riporta Groupon nelle sue condizioni generali, se contrasta con la legge o se contiene norme vessatorie quella parte è nulla ma non è nullo il contratto dunque possono scrivere quello che vogliono.
      Groupon di fatto vende perché si acquista dal suo sito e la conferma si riceve dal Sito a fine procedura inoltre incassa anche se indirettamente con un Coupon.
      Questa parte dell’incasso è interessante in quanto si vuole far passare il Coupon come un credito che si utilizza a fronte dell’acquisto di un bene e non un pagamento diretto è come se noi vendessimo dei voucher di un certo importo e poi li accettassimo per il pagamento, ma questo è un mezzo di pagamento e il venditore resta sempre colui che propone e conferma la prenotazione. Se accetti la carta di credito del cliente (anche questo è un mezzo di pagamento) non puoi dire che è responsabile della vendita il Circuito Bancario.
      L’attuale legge prevede che l’informazione al cliente sia completa e questo include anche il nome dell’operatore come informazione essenziale al consumatore. In questo caso non essendoci il nome dell’operatore ma solo quello di Frigerio di fatto Frigerio è responsabile verso il consumatore di ogni inadempimento diventando egli stesso TO.
      Resto sempre della mia idea che il pacchetto tutto compreso così come presentato sia venduto, se manca la licenza, da un abusivo.
      Visto l’argomento piuttosto delicato sarebbe utile un parre legale da parte di Autotutela.
      Se Groupon è regolare allora domani apriamo senza costi in tutta Italia presso la casa dei possibile rappresentanti che vendono e a loro tutela il consumatore acquista un voucher presso di noi che poi utilizza per pagare il viaggio……………… al rappresentante.
      Ora che la vendita sia Virtuale o presso un negozio fisica la legge non cambia.
      Spero che autotutela analizzi l’aspetto legale della questione.
      saluti

  7. Mi intrometto un secondo, a mio parere, visto che grupon come gli altri siti di copun prendono una commissione e come se ci fosse una intermediazione…. cmq sicuramente perchè la categoria non è unita ha tantissimi problemi, io penso che il 30-40% del fatturato attualmente sia abusivo….

  8. Gent.mi
    in risposta alla Vs del 10/07, ci teniamo a precisare quanto segue.

    Innanzitutto ringraziamo per il titolo delle “più belle agenzie viaggi d’Italia” che non sapevamo di avere. Siamo consapevoli di essere tra le agenzie più serie e professionali e concordiamo sul fatto che la bellezza da sola non basti … occorre anche una buone dose di intelligenza e di intraprendenza nella vita, soprattutto in quella professionale.

    Frigerio Viaggi si è sempre proposta sul mercato con la volontà di servire il cliente a 360°: una volta significava proporre tutte le destinazioni, oggi vuol dire servire non solo il cliente da banco ma anche quello online (e il nostro sito fa concorrenza a una OLTA grazie a tutte le opportunità che offriamo al cliente). Sempre rispettando questa nostra tradizione di servizio a 360°, e attenti all’evoluzione del cliente, 2 anni fa abbiamo capito che una fetta di clientela si stava orientando verso il mondo social. Che non significa solo facebook o social media, ma anche social shopping, con nuove modalità di acquisto e pricing. E ci siamo subito mossi per capire come accontentare questi clienti.

    E’ da ben 2 anni che il Gruppo Frigerio Viaggi collabora con il mondo del social shopping, lo abbiamo annunciato a gran voce al TTG Incontri del 2011, proprio di fronte alla platea degli addetti ai lavori, a tutta la ns industria turistica. Nel corso di questi ultimi 2 anni, abbiamo costantemente lavorato in modo corretto e trasparente, senza aver mai creato problemi o disagi di alcun tipo.

    Siamo e continuiamo ad essere anche un’agenzia viaggi tradizionale, con clienti tradizionali che spendono 1.200 euro a testa, e anche oltre, per andare a Zanzibar, scegliendo la struttura, la sistemazione, l’aeroporto, la data di partenza, insomma tutti i dettagli del viaggio come più si adattano alle loro esigenze.
    Ma il mondo del social funziona diversamente: il cliente ha una scelta più ristretta e limitata, acquista un coupon che gli dà diritto ad una vacanza in periodi spesso ben definiti, magari in formula roulette senza sapere fino al giorno del suo arrivo in quale hotel dormirà una volta giunto a destinazione … nessuno scandalo, queste sono le regole del gioco e chi acquista un deal ne è più che consapevole!
    Prodotti diversi con prezzi diversi per target diversi.

    Potrebbe forse sembrare azzardato fare un paragone con lo scandalo e le proteste suscitate nella categoria dalle compagnie low-cost ai loro esordi. Ma oggi non sono le stesse agenzie di viaggi le prime a vendere questi voli per non restare fuori dal mercato? Non è forse meglio cavalcare il fenomeno da subito, piuttosto che restare passivamente in attesa? Il social shopping è un fenomeno sociologico mondiale, non può essere ignorato!

    Ora scendiamo nel particolare, senza alcun timore di “fare nomi e cognomi”, perché non abbiamo nulla da nascondere.
    L’offerta di Zanzibar alla quale fate riferimento, in collaborazione con Phone & Go (che voi definite il tour operator “che fa pagare i transfer direttamente sul posto”) fa parte di una programmazione sviluppata grazie ad accordi commerciali che il Gruppo Frigerio Viaggi ha preso con l’operatore.
    Il mondo social, come una volta accadeva col mondo dei cral, permette di sviluppare certi volumi di vendita che consentono all’agenzia di impegnarsi anche nei confronti dei fornitori e delle strutture. Il Gruppo Frigerio Viaggi ha fatto un investimento considerevole e mirato che oggi ci permette di lanciare e promuovere il prodotto a dei prezzi che si prestano benissimo per il canale del social shopping.
    Nessuno dovrebbe quindi stupirsi se siamo in grado di uscire con dei prezzi così concorrenziali … ma del resto nessuno ci ha interpellato per chiederci come potessimo avere in mano queste quote, prima di gridare allo scandalo.

    Facciamo inoltre presente che Phone & Go, alla pari di altri TO, è da diversi anni che offre questa possibilità ai clienti finali così come a tutte le agenzie viaggi italiane, tramite il pre-acquisto del prodotto http://www.phoneandgo.it/it/vacanze/metti-in-valigia-le-tue-vacanze-2013.htm

    Concludiamo rispondendo puntualmente alle 3 motivazioni con le quali avete terminato la Vs news:

    1. Non siamo degli “emeriti rincoglioniti” e ribadiamo che, se qualcuno ci avesse interpellato prima di scrivere “a sproposito” di noi, avremmo potuto dare le stesse spiegazioni di cui sopra … Ma del resto c’è gente che lavora male in tutti i settori, non solo nel turismo come qualcuno vuole farci credere! E avremo molto da ridere sulle modalità piratesche del fare “informazione” di qualcuno.

    2. Le agenzie di viaggi non ci stanno sulle scatole, anzi! Ricordiamo che Frigerio Viaggi è prima di tutto un network, che riunisce 60 punti vendita in tutta Italia, incluse le agenzie di proprietà. I nostri affiliati hanno la possibilità di accedere alla programmazione che sviluppiamo per il social e a loro volta possono diventare “dealer”, ovvero costruire pacchetti da vendere tramite questo canale, con tutti i conseguenti vantaggi. E siamo l’unico network in Italia ad offrire questo business alla propria rete

    3. Non siamo in forte difficoltà economica! Ribadiamo che è da 2 anni che lavoriamo nel modo dei deal e del social shopping e non abbiamo mai negato questa scelta, anzi l’abbiamo sempre promossa e portata avanti alla luce del sole, nessuno se ne é accorto prima? E Groupon ha accettato e pubblicato alcune proposte offerte da Frigerio Viaggi, anche grazie all’affidabilità, professionalità e serietà del nostro Gruppo, valori comprovati da 40 anni di esperienza nel turismo e quasi 70 anni nel modo dei trasporti.

    Precisiamo che non siamo l’agenzia viaggi di Groupon, ma siamo uno dei suoi fornitori e siamo responsabili per i deal che seguiamo.

    In conclusione, vi ringraziamo per la pubblicità che avete fatto al nostro marchio. Speriamo di aver fatto capire a tutti che siamo un network che si adegua costantemente ad un mercato in continua evoluzione. E siamo sempre disponibili ad accogliere nella nostra rete nuove agenzie, non solo nuove aperture ma anche affiliazioni di agenzie già presenti sul territorio. Purchè siano agenzie pronte a lavorare a 360°, senza disdegnare nessun tipo di cliente e di vendita.

    Alla fine della storia? Ci risulta che il grillo di Collodi finisse schiacciato da un martello. Ma, visto che poi comunque torna come spirito guida, la prossima volta che il grillo desiderasse sparlare di Frigerio Viaggi, lo invitiamo a coinvolgerci prima, per farci tutte le necessarie domande in un sano e trasparente confronto.

    Cordiali saluti
    La Direzione Frigerio Viaggi

    • DA AUTOTUTELA A UFFICIO STAMPA FRIGERIO VIAGGI
      ============================================
      Finalmente qualcuno che risponde come si deve!
      Ringraziamo – innanzitutto – Frigerio Viaggi per aver voluto dare una spiegazione logica alla proposta di vendita veicolata tramite Groupon che tante segnalazioni ha fatto giungere alla nostra redazione. Detto ciò, passiamo ai fatti.

      Nessuno nega che il fenomeno del social shopping esista e sia in forte fase di sviluppo: la politica del prezzo estremamente friendly è stata inaugurata da altro operatore on-line ben prima di Frigerio, ma il risultato è stato piuttosto deludente e ha insegnato (ai più attenti) che spesso il prezzo basso non è sinonimo di risparmio ma di altro. Ciò che però è sicuro è che da una parte si criticano i T.O. che – per necessità di riempimento – arrivano a “svendere” il prodotto generando confusione e privando lo stesso di una valore riconoscibile, ma dall’altra – oggi – si adottano sistemi studiati a tavolino per peggiorare questo aspetto, rendendo persino infantile ogni tentativo della produzione di calare le braghe.

      Non vogliatecene, voi di Frigerio e la Phone & Go, ma questo modo di far mercato non è intelligente, e neppure vantaggioso. Privare un prodotto di un prezzo di riferimento è dannoso per l’intera filiera: sicuramente potrete vendere 10, 100 o anche 1.000 pacchetti per Zanzibar, ma la marginalità sarà ridicola e il risultato a posteriori, in termini di tenuta dei prezzi standard, non potrà che crear danni.

      Comunque, ovviamente, ognuno – nel lecito – fa ciò che vuole, e al resto del mondo non resta che tirare le somme. Da parte nostra, comunque, la vostra risposta ci porta ad una sola considerazione che riassume le tre ipotesi che presentavamo al termine… Il settore del turismo è totalmente RINCOGLIONITO, tanto in DIFFICOLTA’ di accettare qualsiasi compromesso pur di vendere e molto poco attento all’immagine, sia del settore che DEI PROPRI MARCHI.

      Che le agenzie Frigerio fossero “le più belle d’Italia” era l’idea di Roberto Gentile, e questo modo di far “mercato” ci lascia dell’idea che, come tante altre bellezze, tutto c’è meno che intelligenza.

  9. “L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento”, Stephen Hawking.
    Evidentemente il nostro concetto di intelligenza è diverso dal vostro, che pur rispettiamo.
    Noi usiamo la nostra intelligenza per cercare di comprendere il mercato e adeguarci alle sue evoluzioni, senza criticare chi cerca nuove soluzioni.

  10. BRAVO FAUSTO IO LA PENSO COME TE, GRADIREI OPINIONE DI AUTOTUTELA, DI CUI AMMIRO LE ARGOMENTAZIONI NEI CONFRONTI DI FRIGERIO….. LE DIVISIONI DELLA NS. CATEGORIA VANNO A BENEFICIO DI TUTTI GLI ALTRI… SPECIALMENTE ABUSIVI FISICI O VIRTUALI CHE DIR SI VOGLIA… PER LA CRONACA OGGI HO DOVITO PAGARE QUASI 1000 EURO DI R.C. + TASSA REGIONALE EURO 500 A QUESTO PUNTO FACCIAMO TUTTI SITI DI COUPON FORSE RISPARMIAMO……

  11. Agevolare questo gioco al massacro non è degno di chi vede “più avanti..”
    Ci sono persone che sanno tutto.. peccato che è tutto quello che sanno. (O. Wilde)

  12. Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
    Jonathan Swift

  13. mi sono fatta or ora un giretto su groupon
    ma non c’e’ nessundettaglio sui viaggi!!!!

    ho provato a fare compra ora per vedere se saltava fuori qualcosa e nulla…

    come e’ possibile che ci siano persone che comprino a scatola totalmente chiusa???
    anche mille euro a persona di prodotto!

    mi stupisco in particolar modo visto che qui da noi in agenzia prima di prenotare (per altro gisutamente)
    vengono due, tre volte
    chiedono
    si informano
    ci tartassano di domande…a me pare impossibile francamente!!!

  14. Ci sono tanti agenti di viaggio che fanno social shopping con Groupon, Poinx etc oltre ad invitare a prenotare su olta come Booking.com o Expedia direttamente dal sito web della propria agenzia……..Come ci sono agenzie che truffano i propri clienti vendendo biglietti aerei fantasma ( vedi ultima vicenda romana) …….e ci sono tanti clienti che stanno perdendo la fiducia…..

  15. poche idee…
    Frigerio nel 2011 lo avete annunciato ma poi poca roba…se “non ricordo male” avete un pò copiato delle offerte realizzate da una persona…ad un certo punto c’era chi le preparava su continua richiesta (staff di Liu) ma poi l’offerta presentata veniva pubblicata a vostro nome o come liu trav…, identica nelle condizioni, ecc ecc…sicuramente non siete in difficoltà economica, di idee e di strategia si se siamo qui a parlarne…
    copiare si…ma bene e con buon “senso” sarebbe meglio… “magari mi sbaglio”

LEAVE A REPLY

*