Grillo 317Cos’è la concorrenza sleale? E’ l’insieme dei comportamenti che alterano, in maniera illegale, la concorrenza di più fattori giuridici sul mercato.

Qual'è un messaggio rappresentante aldilà di ogni dubbio un caso di concorrenza sleale? Questo: “Domenica 18 maggio 2014 dalle 15 in poi, Il Magico Mondo di Federico (agenzia di viaggi n.d.r.) vi aspetta per presentarvi tutta la sua programmazione gruppi, viaggi che spaziano dai tour alle crociere fino hai (scritto con la “h”…) soggiorni mare ma non solo!!!  In questa occasione per tutti coloro che confermeranno la propria vacanza durante l’evento potranno beneficiare di uno sconto di 450 euro a pratica e se avranno due preventivi di altre due agenzie beneficieranno (scritto con la “i”…) di un ulteriore sconto di 160 euro!!! Vi attendiamo numerosi.

E’ concorrenza sleale perché l’agenzia in questione attua con precisione chirurgica il tentativo di sottrarre clientela alle altre agenzie promettendo agevolazioni impossibili e inducendo il consumatore a credere che gli altri agenti di viaggio del territorio pratichino prezzi esosi:  nessuna indicazione sulla tipologia d’acquisto da compiere per beneficiare di uno sconto da 450 euro, nessun limite di prezzo o durata, nessuna destinazione. Una cifra buttata a caso per attirare un potenziale viaggiatore.

E sui due preventivi in grado di creare un ulteriore vantaggio, che vogliamo dire? Che è un segno di disprezzo per il lavoro altrui? Che oggi esistono “agenti” convinti che usare qualsiasi sistema per vendere – anche quando si è ignoranti come capre – sia segno di lungimiranza commerciale? O che il proporre i prodotti di molti operatori quali MSC, Costa, Eden, InViaggi, Raro by Nicolaus e altri ancora, o le offerte del proprio network (SeaNet n.d.r.) – sottocosto (a parole), sia segno di infallibile astuzia?

Ma il bello è che questa agenzia si propone continuamente quale “fornitore per agenti di viaggio”, discute amabilmente con i colleghi (così li chiama), apre gruppi social dai nomi quali “Collaborazione tra Agenti di Viaggio”…

Non mi interessa dilungarmi su questo personaggio, perché non lo merita: chiunque avrà già capito che il giorno in cui Nostro Signore ha distribuito il cervello, lui ha fatto di tutto per non farsi trovare. E c’è riuscito benissimo.  Voglio piuttosto soffermarmi sugli agenti di viaggio, di nuova o vecchia “manifattura”, che si dimostrano pronti a seguire il primo pifferaio capace di suonare la musica che più gradiscono, fatta di note a base di “prezzi bassi”, “commissioni alte” e “ho tutto quello che vi serve”.

Lasciate perdere questi incantatori di serpenti: i fornitori seri sappiamo tutti chi sono, anche perché sono pochi, e sappiamo anche che possono fornirci qualsiasi prodotto senza dover rincorrere il primo che passa sbandierando miracoli. Un’agenzia di viaggio può vivere benissimo con una ventina di fornitori (forse anche meno…) con i quali creare veri rapporti commerciali, e questo senza penalizzare in alcun modo la propria clientela.

E se qualcuno non riesce a fare proprio a meno di un Mondo Magico, ricordiamo che esistono quelli di Amélie, di Bo, di Ploppi, di Maleficent, di Ella, di Mari, di Cinnamon e di mille altri, e in nessuno di questi chiedono preventivi di agenzie di viaggio…

Comunque un minimo di pubblicità non si nega a nessuno: Il Magico Mondo di Federico è a Udine, in via Caccia n. 61. Sito web www.ilmagicomondodifederico.it e per finire la sua visura C.C.I.A.A.  Visura CCIAA Il Magico Mondo di Federico  

30 COMMENTS

    • Scusa?!?!?!? NON ha la licenza???? e come fa ad avere una sede? Come fa ad essere aperto??? come fa ad avere i codici con i TO??? come è possibile? la provincia di riferimento non fa dei controlli?? qui (LEcco) arrivano anche a vedere se ci sono i timbri dell’adv sui cataloghi perchè l’agenzia “deve essere un marchio ben riconoscibile e presente”…. ragazzi, ma come si fa?!?!?

    • PIANO, PIANO A DIRE CHE NON HA LA LICENZA…. LUI HA PRESENTATO LA SCIA E PER LEGGE PUO’ APRIRE…. SE TRASCORRE IL TEMPO PREVISTO DALLA LEGGE SENZA CONTESTAZIONI E RICHiESTE DI INTEGRAZIONI LUI AVRA’ IL CONSOLIDAMENTO DELLA SCIA ….QUESTA E’ LA LEGGE CHE NOI ITALIANI ABBIAMO VOLUTO TRAMITE QUELLI CHE ABBIAMO MANDATO A …. ROMA… QUINDI VOI AGENTI NON VI LAMENTATE,

      • AUTOTUTELA A BATTITORE
        ======================
        Giusto: la presentazione della SCIA consente al neo agente di aprire l’attività. Giusta anche la precisazione: “…se trascorre il tempo previsto dalla Legge senza contestazioni…”

  1. Ma secondo voi c’è gente disposta a prenotare con una capra come questo? Se sì, bisogna solo dirgli grazie perché svolge un’azione depuratrice del mercato, facendosi carico della “clientela” peggiore.

    • Ciao Angel,
      Purtroppo non è così perché anche i buoni clienti ci cascano quando vedono l’interesse del loro portafoglio. Mi ricordo bene la Round trip Travel di molti anni fa con centinaia di persone in partenza per New York e il Kenya che non sono mai partiti.
      in quel occasione io ho preso del ladro da un mio carissimo cliente (lo è tutt’ora) perché gli avevo venduto lo stesso volo TWA e lo stesso Hotel (Sheraton New York) al doppio del prezzo e senza la pensione completa, le visite e Cenone.
      Poi al botto nemmeno un cenno di scuse
      Pertanto non dare nulla di scontato. l’unica cosa certa è che poi non sarà solo l’autore a pagare ma sarà l’immagine e la credibilità dell’intero settore agenziale già ai minimi termini a pagare per l’impreparazione di molti avventori improvvisati.
      ciao

      • forse non ti ha chiesto scusa perchè non ha avuto nemmeno un minimo di coraggio di ammettere che tu non eri un disonesto

        • no non pretendo le scuse visto che è un ottimo cliente e da allora non discute più il prezzo e i servizi che gli offro
          ciao

  2. Questo furbate non sono delle novità e questo soggetto purtroppo non solo erano assenti alla distribuzione del cervello ma come si dice “la mamma degli stolti è sempre incinta”. Le nostra associazioni dove sono??? Fiavet, Federturismo ecc le associazioni dei consumatori dove sono??? perché non bloccano le proposte indecenti ma sopratutto economicamente inapplicabili al nostro settore. Perché si aspetta il botto e poi consumatori in testa (anch’essi furbi!!!!!!!!) urlano allo scandalo e vogliono l’intervento del fondo di garanzia.
    Però si potrebbe andare tutti noi agenti seri da quel nostro (………..) non definibile ed acquistare il viaggio delle nostre vacanze e poi chiedergli una fideiussione a nostra tutela. Potrebbe essere una nota allegra in questa valle di lacrime anche perché, contrariamente dei cliente, ne capiamo qualcosa di servizi e di prezzi….
    Come già più volte scritto, questo fondo deve essere tolto, eliminato e i consumatori devono, in un libero mercato, essere responsabili delle loro azione e responsabile nelle loro scelte del fornitore. Non sono più disposto a pagare (tramite l’assicurazione professionale) una tangente per supplire ai danni causati da chi si mette in tasca i soldi e poi vive beato a Malindi o altre località a noi conoscenza.
    Andiamo a lavorare e questi soggetti non meritano il nostro tempo
    Buona giornata a tutti

  3. “Agente di commercio di servizi telefonici” ??? E la licenza di agenzia di viaggi dov’è? Scusate, ma quindi se va tutto bene non ha nemmeno un’assicurazione….non ho davvero parole….

  4. Purtroppo i consumatori sono molto volatili e in questo momento economico molto attenti ai prezzi.
    I clienti sono ignoranti è vero, ed alle associazioni dovrebbe essere affidato il compito di istruire i consumatori . Pubblicità MASSICCE per far tornare i clienti in agenzie ( qualificate ). Questo sarebbe un vero supporto per noi TA.

    Ora il consumatore non si fida piu dei prezzzi delle agenzie, non riceve un servizio adeguato perche per tagliare i costi si devono necessariamente tagliare i servizi.
    per non parlare del lavoro e del tempo perso dalle agenzie dietro a clienti che vogliono prodotti costosi al prezzo di uno scantinato in provincia di Bergamo ( con tutto il rispetto per le cantine e per la provincia di Bergamo).

    Concorrenza sleale? giusto intervenire, ma non ci dimentichiamo di tutti gli altri operatori abusivi che girano per l’italia, finte guide, finti accompagnatori, finti transfer, finte agenzie e agenti (tutti per la maggior parte cinesi)

  5. Cari colleghi, dovreste scrivere una lettera di denuncia ai quotidiani locali, in questo caso i Messaggero Veneto e Il Gazzettino.

  6. che dire…forse non valeva manco la pena di sprecare il tempo e lo spazio di questo bel sito su aziende che alla fine o non dureranno una stagione (chi sopravvive vendendo pesantemente sottocosto???) oppure offrono sconti sittanto clamorosi solo sulla carta.

    certo, ci saranno anche persone che verranno attirate dal dolce miele dello sconto selvaggio- ed in quell area ce ne sono molte, indottrinate a tale sadica pratica proprio da molte agenzie della zona, parlo per esperienze direttissime 😉 -, ma alla fine non sono quelli i clienti a cui puntare, per sopravvivere non tanto oggi ma nel futuro di questo settore “tutto sbagliato”.

    certo e’ che solo per il nome e gli errori ortografici io di base non ci metterei mai piedi, sia questo un venditore di viaggi, uno di computer, o una libreria.

    di certo, vedendo come vanno le cose in giro, il livello qualitativo del settore, prendendo atto della apertura sempre continua di agenzie nuove, ogni giorno di piu’ mi rendo conto che della vita non ho capito nulla, e che ho sbagliato tutto.
    Ho scelto un mestiere tanto bello quanto sbagliato, ma che ci vuoi fare: purtroppo non avevo i numeri per fare il pornodivo.

  7. Eh no, caro Fausto! Il tempo passa ma le problematiche dibattute restano sempre le stesse. Non è un buon segno. Vuol dire che noi siamo rimasti al palo senza progredire di un passo. Tant’è che mantiene tutta la sua attualità un mio commento del giugno 2012, che qui di seguito vi tocca risorbirvi:

    giugno 20, 2012 alle 8:12 am
    Chi ha una clientela spazzatura è perché se la merita. La clientela tende automaticamente a distribuirsi secondo un criterio di complementarietà con l’interlocutore; un po’ come il sadico cerca il masochista. E viceversa. Solo quando il masochista cesserà di comportarsi come tale, il sadico rivolgerà le proprie pulsioni altrove e l’ex masochista potrà dedicarsi, con ritrovata dignità, a coltivare relazioni umane e professionali ricche di significato (e non solo di quello).
    Vogliamo cambiare (in meglio) la tipologia di clienti che si rivolgono a noi? Allora cambiamo noi stessi; di conseguenza cambierà il nostro approccio nei confronti del cliente. Non saremo più trattati come “pezze da piedi” perché i clienti che cercano “pezze da piedi” cui commissionare preventivi gratis da farsi poi scontare altrove andranno a disturbare qualche altro sfortunato nostro collega.
    Parafrasando una massima cara ai monetaristi vorrei ricordare che “il cliente cattivo scaccia quello buono”, quindi l’aver allontanato il cliente cattivo è di per sé già un buon risultato perché lascia spazio e tempo da dedicare a quello buono. Ma non basta. Il cliente buono non chiede sconti, rispetta il nostro lavoro, ha una maggior propensione alla spesa, in cambio, però, è giustamente esigente: si aspetta qualità, in ciò che acquista, nella consulenza che gli forniamo, nella relazione con il consulente. Dobbiamo metterci in grado di dargliela. E’ la famosa “Professionalità”.

    Provo pena nel constatare come un commento vecchio di quasi due anni sia tuttora attuale. Significa che il nostro modo di pensare la relazione con il cliente non ha subito evoluzioni. E’ sempre colpa dell’abusivo di turno, di un collega poco corretto, della credulità dei clienti. Che si tratti di responsabilità nosta, manco ci passa per la testa. Sclerotizzati in una pigrizia ignorante e refrattaria a ogni cambiamento, meritiamo di estinguerci.

    • Caro Angel,
      In parte è vero che ognuno ha il cliente che si merita ma non sempre puoi sceglierti il cliente, non lo puoi scegliere in base all’abbigliamento, portamento o intelligenza. Il nostro compito è VENDERE ALLE NOSTRE CONDIZIONI CON LE NOSTRE CONOSCENZE che devono essere le più ampie possibili cercando di soddisfare le esigenze di ogni cliente. Poi se non trovi la quadra hai la facoltà di fargli capire che tu non sia il fornitore adatto alle sue esigenze. Nella mia azienda esiste una regola molto semplice ovvero siamo noi a condurre il gioco poi nel “gioco” deve essere in grado di cogliere i bluff e grazie alla tua professionalità gestire la vendita.
      Purtroppo le azioni scorrette di alcuni spiazzano coloro che lavorano con serietà e professionalità e il consumatore Italiano non ha la capacità, perché non ne è mai stato educato, prima perché il commercio era ovattato con la limitazione delle licenza in seguito con la liberalizzazione addirittura la politica pubblicizzava che bisogna aspettare, cercare che si trova sempre ad un prezzo piu basso. E così l’unica discriminante che capisce il consumatore, sbagliando, è il prezzo. Un esempio: vendo un hotel che conosco, il cliente mi chiame e mi chiedo un altro albergo che conosco e fa pena, a questo punto chiedo come mai desidera cambiare, se conosceva l’albero, se i servizi erano più consoni alle sue esigenze…. Macchè per farla corta alla fine il ragionamento era tanto sono entrambi gli alberghi di 4 stelle voglio quello che costa meno….
      Per concludere ti chiedo: quante volte durante la nostra attività ci chiediamo: MA QUANTO COSTA QUESTO SERVIZIO?, ora se questa domanda ce la facciamo noi che siamo del mestiere figurati un cliente. Pertanto il problema è molto più profondo e forse bisogna partire dalla produzione che non può controllare spazio, prezzo e non calcolare un corretto costo di distribuzione, ma qui si entra in un altro discorso.
      Tornando al furbetto del quartiere, che avrà i clienti che si merita e se per disgrazia un tuo cliente si avvicina a lui, acquista, fa la vacanza e tutto fila liscio cosa rimane della tua immagine e professionalità verso quel cliente? Poi magari il furbetto salta ma intanto………… pensaci
      Buon lavoro

  8. Non sarebbe male che un po’ di agenti di viaggio (quelli veri!) di Udine e dintorni si presentassero in compagnia dei clienti con i loro preventivi….

  9. bene vogliamo allora parlare della QCNS (con sede a Montecarlo) che “sottrae” i clienti offrendo crociere Costa a prezzi più vantaggiosi? Chiaro, probabilmente non hanno i costi di noi agenzie in Italia, fidejussioni etc etc
    saluti

    • Costa sottrae clienti direttamente senza passare da montecarlo… fidati… potremmo aprire una discussione su chi scavalca la nostra figura professionale.

    • sto verificando se è vero quello che dici su QCNSCRUISE di montecarlo ma i prezzi sono gli stessi di costa crociere, e mettono che fanno il 46 % di sconto ma verificato adesso e sono esattamente gli stessi, oppure un cliente mi cliente un volo che aveva visto su JET COST, alla fine costava di più che in agenzia pensate che prendevo 20 euro di fee di agenzia per l’emissione del biglietto, forse è solo da lavorare un pò con i clienti e fargli capire che non è assolutamente vero che su internet risparmiano e poi con tutti irischi che corrono, clonazione di carte, truffe, assistenza anche durante il viaggio ecc.
      STA SOLO A NOI SFORZARCI DI FAR CAPIRE QUESTO AI CLIENTI

  10. non mi interessa nulla di ciò che pensate o non pensate è facile leggere delle visure arretrate non aggiornate, è facile rompere le scatole perennemente ( con segnalazioni stupide che poi vi risponderanno che vi siete inventati castronate ) ma le querele ve le prenderete da me miei cari autotutela e commentatori, volete essere fighi allora alzatevi andate in camera di commercio e chiedete una visura aggiornata ma non solo chiedete in comune a udine la mia scia e vedrete che sono in regola con relativa assicurazione, non ci credete eccovi il protocollo e la cat della mia scia depositata il 05/03/2014 : PG/E0030416 del 05/03/2014 , vi posterei volentieri anche la mia visura ma voi siete talmente aretrati che il vostro misero sito non consente di allegare documenti con estensione in pdf.

    Dimenticavo ecco il mio regalo del primo maggio a voi dedicato:

    PROCURA DELLA REPUBBLICA
    PRESSO IL TRIBUNALE DI UDINE
    Atto di denuncia – querela
    Il sottoscritto sig. NININO FEDERICO, nato a CORMONS il 24/03/1983, c.f. nnnfrc83c24d014q, residente in San Giovanni al Natisone Via Della Stretta n. 28,
    ESPONE
    Premetto di essere titolare dell’agenzia viaggi e turismo denominata “ IL MAGICO MONDO DI FEDERICO “ situata in Udine alla via Caccia n. 61 con regolare licenza di cat D , come segnalato sulla segnalazione certificata di inizio attività ( sub 3 ) depositata in data 05/03/2014 presso il comune di Udine con protocollo numero PG/E0030416 del 05/03/2014 ove si segnalava l’inizio attività previsto per il giorno 06/03/2014, in data 30/04/2014 rinvengo sul sito internet dell’associazione denominata AUTOTUTELA, avente sede in Torino al Corso Novara n. 99 il seguente articolo dal tenore diffamatorio nei miei confronti:( sub 1 )
    Cos’è la concorrenza sleale? E’ l’insieme dei comportamenti che alterano, in maniera illegale, la concorrenza di più fattori giuridici sul mercato.
    Qual’è un messaggio rappresentante aldilà di ogni dubbio un caso di concorrenza sleale? Questo: “Domenica 18 maggio 2014 dalle 15 in poi, Il Magico Mondo di Federico (agenzia di viaggi n.d.r.) vi aspetta per presentarvi tutta la sua programmazione gruppi, viaggi che spaziano dai tour alle crociere fino hai (scritto con la “h”…) soggiorni mare ma non solo!!! In questa occasione per tutti coloro che confermeranno la propria vacanza durante l’evento potranno beneficiare di uno sconto di 450 euro a pratica e se avranno due preventivi di altre due agenzie beneficieranno (scritto con la “i”…) di un ulteriore sconto di 160 euro!!! Vi attendiamo numerosi.”
    E’ concorrenza sleale perché l’agenzia in questione attua con precisione chirurgica il tentativo di sottrarre clientela alle altre agenzie promettendo agevolazioni impossibili e inducendo il consumatore a credere che gli altri agenti di viaggio del territorio pratichino prezzi esosi: nessuna indicazione sulla tipologia d’acquisto da compiere per beneficiare di uno sconto da 450 euro, nessun limite di prezzo o durata, nessuna destinazione. Una cifra buttata a caso per attirare un potenziale viaggiatore.
    E sui due preventivi in grado di creare un ulteriore vantaggio, che vogliamo dire? Che è un segno di disprezzo per il lavoro altrui? Che oggi esistono “agenti” convinti che usare qualsiasi sistema per vendere – anche quando si è ignoranti come capre – sia segno di lungimiranza commerciale? O che il proporre i prodotti di molti operatori quali MSC, Costa, Eden, InViaggi, Raro by Nicolaus e altri ancora, o le offerte del proprio network (SeaNet n.d.r.) – sottocosto (a parole), sia segno di infallibile astuzia?
    Ma il bello è che questa agenzia si propone continuamente quale “fornitore per agenti di viaggio”, discute amabilmente con i colleghi (così li chiama), apre gruppi social dai nomi quali “Collaborazione tra Agenti di Viaggio”…
    Non mi interessa dilungarmi su questo personaggio, perché non lo merita: chiunque avrà già capito che il giorno in cui Nostro Signore ha distribuito il cervello, lui ha fatto di tutto per non farsi trovare. E c’è riuscito benissimo. Voglio piuttosto soffermarmi sugli agenti di viaggio, di nuova o vecchia “manifattura”, che si dimostrano pronti a seguire il primo pifferaio capace di suonare la musica che più gradiscono, fatta di note a base di “prezzi bassi”, “commissioni alte” e “ho tutto quello che vi serve”.
    Lasciate perdere questi incantatori di serpenti: i fornitori seri sappiamo tutti chi sono, anche perché sono pochi, e sappiamo anche che possono fornirci qualsiasi prodotto senza dover rincorrere il primo che passa sbandierando miracoli. Un’agenzia di viaggio può vivere benissimo con una ventina di fornitori (forse anche meno…) con i quali creare veri rapporti commerciali, e questo senza penalizzare in alcun modo la propria clientela.
    E se qualcuno non riesce a fare proprio a meno di un Mondo Magico, ricordiamo che esistono quelli di Amélie, di Bo, diPloppi, di Maleficent, di Ella, di Mari, di Cinnamon e di mille altri, e in nessuno di questi chiedono preventivi di agenzie di viaggio…
    Comunque un minimo di pubblicità non si nega a nessuno: Il Magico Mondo di Federico è a Udine, in via Caccia n. 61. Sito web http://www.ilmagicomondodifederico.it e per finire la sua visura C.C.I.A.A. Visura CCIAA Il Magico Mondo di Federico
    L’associazione Aututela riferisce che lo scrivente non possiede i requisiti per esercitare la proffessione di agente di viaggio e che la visura camerale non risulta aggiornata a differenza di quanto lo è realmente, infatti cme emerge dal sub 2 l’impresa è regolarmente iscritta con visura regolarmente aggiornata a partire già dal 15/03/2014 e quindi da ben più di un mese.
    Non solo la stessa Autotutela, non sapendo come passare il tempo invece di lavorare e di lasciar lavorare le persone si è inventata che avrei avuto un attività in San Giovanni al Natisone alla Via della Stretta dove dopo le opportune verifiche le autorità competenti hanno riscontrato che la segnalazione era del tutto fasulla come si constata anche dalla documentazione allegata che attesta la piena regolarità dell’attività in essere.
    In data 30/04/2014 ricevo dal fornitore excursio.it comunicazione di sospensione dell’account privato in quanto abusivo e per tutelarsi dalle polemiche inutili di autotutela, sospensione che ha causato un interruzione di pubblico servizio e un danno di immagine con relativo calo produttivo nei confronti della mia azienda. (sub 4)
    Tutto quanto sopra premesso, ai sensi dell’art. 336 c.p.p.,con il presente atto di denuncia – querela, il sottoscritto sig. NININO FEDERICO come sopra meglio generalizzato, riservando di costituirsi quale parte civile, formalmente sporge
    QUERELA
    affinché l’A.G. inquirente, anche con l’ausilio della propria persona, con le audizioni a chiarimento di quanto illustrato nonché, se necessario, per mezzo dell’esibizione di ogni eventuale ed ulteriore documentazione in proprio possesso, stanti i fatti esposti in narrativa, proceda penalmente nei confronti di Autotutela, residente in Torino, Corso Novara n. 99 per i reati previsti e puniti dagli artt. 595 c.p., per aver diffamato con il mezzo della stampa il sign. Ninino Federico ed excursio.it snc residente in Rosta al Corso Moncenisio n. 63/2 per i reati previsti e puniti dagli artt. 340 per aver interroto ingiustificatamente la fornitura del servizio web fornito provocando un calo di produzione lavorativa aziendale nonché per qualsiasi altra o diversa ipotesi di reato ravvisabile nei fatti sopra descritti.
    Il sottoscritto richiede altresì di essere informato ai sensi dell’art. 408, 2 comma c.p.p. dell’eventuale richiesta di archiviazione, nonché, a norma dell’art. 406, 3 comma c.p.p. dell’eventuale richiesta di proroga delle indagini preliminari, opponendosi fin d’ora alla definizione del procedimento con decreto penale di condanna.
    Con osservanza.
    Udine, 06/05/2014
    Sig. NININO FEDERICO

    • AUTOTUTELA A FEDERICO
      ======================
      Caro signor Ninino, ce lo lasci dire… Se lei non esistesse sarebbe un vero peccato, e dovremmo darci da fare per inventarla 🙂
      Comunque, se ha ritenuto opportuno presentare querela contro AUTOTUTELA avrà ritenuto di averne validi motivi, come prima di lei l’avevano ritenuto I Viaggi del Ventaglio, Teorema, Todomondo, MaxiTraveland, Kuoni, Sprintours, Reliance, Eden, Alpitour e tanti altri. Non abbiamo mai perso, e sa perché?
      Perché diciamo sempre la verità.
      E perché non pubblichiamo mai nulla senza aver prima ottenuto l’approvazione dei nostri legali, cosa che lei non fa (prima pubblica, poi aspetta che il suo professionista le dia l’ok). Accetti un consiglio… Non scriva, perché tutto ciò che lei scriverà noi lo utilizzeremo in ogni modo e in ogni sede.
      Lei, probabilmente, non sa neppure quali siano gli estremi caratterizzanti la diffamazione, come probabilmente non conosce la differenza tra pubblico servizio e ruota di scorta.
      Pazienza, è giovane… Imparerà.

  11. La visura, se non erro, è datata 29/4/2014 e nella visura, sempre se non erro, si legge che l’attività esercitta è agente di commercio di servizi telefonici.

    E non dico altro perchè (a) voglio evitare querele (b) sto sbellicandomi dalle risate

  12. Riporto la mail mandata hai legali di questa fantastica associazione

    Buona sera

    bravi avete estrapolato la visura il 29 e pubblicato l’articolo il 30 quindi a casa mia era il giorno successivo ed eravate a conoscenza dell’attività, non solo dovreste sapere che la pubblicità deve avvenire entro 30 giorni cosa ampiamente avvenuta e vi riporto anche quanto prevede la legislazione della regione Friuli in ambito Agenzie Viaggio e turismo che magari l’Uff legale di Autotuela non conosce….

    Attività di Agenzie di viaggio e turismo
    La S.C.I.A. è composta da 10 pagine numerate, va utilizzata per denunciare al Comune le seguenti “variabili”:
    VARIABILI OGGETTIVE: inizio attività, trasferimento di sede, modifica della tipologia, modifica della denominazione;
    VARIABILI SOGGETTIVE: subingresso, nomina del titolare/legale rappresentante, dei soci e del direttore tecnico;
    Sono agenzie di viaggio e turismo le imprese turistiche che esercitano congiuntamente o disgiuntamente attività di produzione, organizzazione e intermediazione di viaggi e soggiorni e ogni altra forma di prestazione turistica a servizio dei clienti, sia di accoglienza che di assistenza, con o senza vendita diretta al pubblico (D.Lgs. 06/09/2005 n. 206).

    Sono invece soggette a comunicazione al Comune:
    l’apertura stagionale
    l’apertura di una filiale
    la chiusura temporanea
    l’assenza del direttore tecnico per più di 30 giorni consecutivi
    .
    Normativa di riferimento: Titolo III L.R. 16/01/2002 n. 2, in part. artt. 38, 39, 40,45 e 55 D.P.Reg.07/05/2002 n. 0127/Pres.

    Chiedo cortesemente al mio legale gentilmente di contattarmi quanto prima per valutare eventuali integrazioni di querela.

    Distinti saluti

    Ninino F

    • AUTOTUTELA A FEDERICO
      ======================
      Beh… che un articolo venga preparato e pubblicato nell’arco delle 24 ore è normale, ciò che non è normale è che lei pensi di essere dalla parte della ragione! 🙂
      Comunque aspettiamo di incontrarci in Tribunale…

  13. Però Federico….. l’italiano è importante santo cielo!!!!!!!!!!! hai hai hai!!!

    Riporto la mail mandata hai legali di questa fantastica associazione

  14. Tra tre giorni presso il Tribunale di Udine, vi sarà l’Udienza che vede imputata AIAV e alcuni testimoni sono persone all’interno di questo gruppo che ho citato inquanto commentatori dell’articolo in oggetto e dei post del sig Marco Palma . Gli interessati riceveranno regolare notifica da parte del mio legale e della Procura della Reppubblica,la prima udienza è fissata per il20 gennaio ore 09.00

LEAVE A REPLY

*