Sono passati dieci giorni da quando la Farnesina ha esteso lo “sconsiglio” egiziano applicandolo anche alle strutture ricettive del Mar Rosso e decretando, in questo modo, la totale disfatta di diversi tour operator fortemente interessati a quell’area.

Intendiamoci… Non vogliamo dire che domattina i vari Eden Viaggi, Alpitour, Settemari, Phone& Go, Veratour, Swan Tour e il resto dell'allegra brigata finiranno davanti al Giudice fallimentare, ma semplicemente che la loro reazione di fronte ad un evento peraltro non del tutto imprevedibile non mancherà di produrre loro effetti negativi in termini d'immagine, sia nei confronti degli agenti di viaggio che dei viaggiatori.

Di “arrampicate sui vetri” ne avevamo viste tante, ma crediamo che tra ASTOI e operatori turistici questa volta abbiano toccato vette inaspettate e impareggiabili!  Il “piegare” le norme di legge alle loro necessità economiche non può certo passare inosservato, né può essere giustificato: se le Leggi non sono giuste – e in questa circostanza non abbiamo dubbi sia così – si deve lavorare per cambiarle, ma non certo ignorarle o violarle scavalcando la barriera che separa gli onesti dai disonesti.

Ma proviamo a capire il motivo del rifiuto al rimborso delle “quote di iscrizione” ad un consumatore che avrebbe tutto il diritto a vedersi restituire l’intera somma pagata:  le stime sul Mar Rosso indicano la presenza di circa 15/20.000 turisti italiani, con un ricambio pressoché settimanale. Considerando il valore minimo – 15.000 turisti – e la somma mediamente trattenuta ad ogni consumatore – 100 euro – abbiamo una “trattenuta” globale pari a un milione e mezzo di euro a settimana!

In quale percentuale i clienti decideranno di far causa ai T.O. per riavere il dovuto? Il 5% ? Il 10% ?  Per quanti siano, gli operatori ci guadagneranno sempre grazie ai loro comportamenti illeciti e indecenti. Si, perché vedere aziende di quel peso che si prendono – ingiustamente – i soldi di quei clienti che proprio loro dovrebbero tutelare, è indecente.

E la cosa più bella è che, di fronte alle contestazioni di agenti e clienti, questi fenomeni cosa fanno? Sventolano il comunicato dell’ASTOI che – nel loro ragionare – assume un valore “biblico” in quanto consente loro di tenersi in tasca i soldi. Che poi quel comunicato valga meno di un foglio di carta igienica è assodato…

Bene, e ora che si fa?  Noi – lo ripetiamo – suggeriamo a tutti i consumatori gabbati di denunciare questa appropriazione alla Procura: una denuncia non costa nulla, e non è detto non si trovi qualche anima pia che voglia sostenerla davanti ad un Magistrato. Poi c’è l’alternativa,  l’italica “presa nella saccoccia”.  Se volete, c’è posto…

Comunque, sul nostro sito – menù, ultimo tasto a destra titolato SOS EGITTO – troverete informazioni e suggerimenti utili.   

32 COMMENTS

  1. Io non gliene pago nemmeno una. Alpitour e veratour hanno abbozzato ed accettato, con Settemari c’é da discutere. Aspetto la chiusura del codice senza problemi

    • AUTOTUTELA A STEFANO BEACHCLUB
      ================================
      Potresti trasmetterci – privatamente – le modalità dell’abbozzo ( 🙂 ) di Alpitour e Veratour?

        • forse ho capito male io…con Alpitour non c’è alcuna possibilità di farsi rimborsare le quote di iscrizione, intendevi dire che ci sei riuscito con altri operatori? Ho appena finito di parlare sia con l’ufficio qualità sia con il commerciale e mi confermano che non possono fare niente in quanto hanno un documento legale che gli impone di seguire tutti la stessa linea…quindi niente sconti a nessuno…e se qualcuno di voi COLLEGHI AGENTI sà o ha informazioni diverse in merito SCRIVA cortesemente, per una volta tanto cerchiamo di essere compatti visto che per 40 anni non lo siete/siamo stati

          • AUTOTUTELA A SMARRA E A TUTTI
            ============================
            Documento legale un corno! Siete tutti autorizzati a chiamare ogni T.O. affermi di essere legalmente in diritto di trattenere anche un solo euro e di dire loro che AUTOTUTELA li definisce BUGIARDI e DISONESTI!
            Se volete realmente considerarvi ADV – ovvero mandatari dei vostri clienti così come stabilisce la norma – dite loro che i T.O. che non rimborsano vanno DENUNCIATI. Il modello di dununcia è pubblicato sul ns. sito, menù ultimo pulsante “SOS EGITTO”

    • Dovevo partire il 31 Agosto per Marsa Alam. Mi è arrivata da Alpitour una lettera (posta semplice) di risposta alla mia raccomandata A/R in cui chiedevo il rimborso completo di quanto pagato, incluse spese di iscrizione e apertura pratica, secondo il fac-simile scaricato dal sito di Autotutela. Nella risposta di Alpitour si dice che non possono rimborsare quello che ho chiesto poichè “le quote d’iscrizione e le spese di apertura pratica (nel mio caso 345 euro totali) sono sempre dovute come citato sul contratto”. Ma il viaggio non ha neppure avuto luogo perchè annullato dal T.O., cosa devo pagare ad Alpitour? I minuti di digitazione di qualche remoto operatore? Il contratto può avere la precedenza sulle leggi in vigore?
      Alla faccia della pubblicità “Vacanze fai da te? No Alpitour? Ahi, ahi, ahi…”: mi risulta che Yalla Yalla su Internet rimborsa integralmente quanto versato o congela per 365 giorni. Direi che sono un pò più seri.

  2. E dopo tanto sbandierare pericoli, e Mubarak che verra’ trasferito a Sharm e tutto quello che riguarda sconsigli, disastri etc etc. oramai e’ gia’ da qualche giorno che non si parla nemmeno piu’ dell’Egitto: la Siria ha preso il sopravvento. E allora come andra’ a finire ? Qualcuno arrivera’ alle vie legali, molti non lo faranno. Io questa mattina finalmente ho parlato con Veratour, dopo svariate mail mandate durante l’emergenza. Non sto a scrivere tutte le ” spataffiate ” mi si perdoni il termine, ma ho una consapevolezza: Lunedi i clienti torneranno dalle vacanze che comunque sono riuscita a trovare, li ho gia’ sentiti, sono contentissimi di avere avuto delle buone alternative. Martedi mattina li avro’ in ufficio, ho detto a Veratour che ogni azienda fa le sue scelte commerciali e prende le sue posizioni.
    Martedi, se le posizioni non coincideranno, consegnero’ ai clienti copia di tutta la documentazione relativa alle loro pratiche e saro’ al loro fianco nel caso in cui la osizione commerciale di Veratour dovesse essere quella di continuare a trattenere le quote di iscrizione. I miei clienti li difendo con le unghie e con i denti da 33 anni e non ho paura. Questa e’ la mia posizione commerciale e la mia scelta professionale e di vita.

  3. Ciao, noi non siamo andati più da nessuna parte e Phon&go ha mandato un fax all’agenzia,che cmq li spalleggia,dicendo che chiederanno SOLO 35 euro x px.
    Questa cifra è già deversa dai 90 euro chiesti all’inizio.
    Quindi 35 x 2 più 45 x 2 per i costi dell’agenzia.
    D’istinto sarebbe andare a denunciarli ma poi ci penso e dico…..
    Se li denuncio dovrò spendere i soldi dell’avvocato x l’apertura pratica e per tutto quello che verrà.
    Chi mi garantisce che riusciremo a riavere tutto senza perdere più del dovuto?????
    Grazie aspetto risposta

    • anch’io avrei denunciato tutti agenzia cisalpina limbiate (NON ANDATE ….. PERSONALE NON QUALIFICATO E MALEDUCATO sopratutto quella che si e’ definita proprietaria dell’agenzia ) e tour operator phone e go, ho chiesto il rimborso, sicuramente mi faranno una trattenuta illecita, ma se poi vado da un legale la sua parcella mi costa di più,
      Soluzione mandare giù boccone amaro, aspettare, e fare tanta cattiva pubblicità all’agenzia ed al tour operator, così resteranno soli i più bravi ed i più onesti.

      • Buonasera Angela,
        senza entrare nel merito della professionalità dell’agenzia da lei citata, che non mi permetto di giudicare (non conoscendola), le chiedo, sinceramente, ma e così difficile da capire che le quote di gestione pratica e assicurazione le richiede il tour operator e non l’agenzia?
        Che senso ha dire denuncio l’agenzia?
        Volete denunciare? ok, come dice Autotutela, fatelo nei confronti di chi vi stà chiedendo quattrini in modo illecito, ma quello non è l’agenzia.. Perche quella stà lavorando il doppio per perdere tutto.
        Saluti

        • Buonasera, Stefano, intanto vorrei ringraziarla per avermi risposto e voglio precisare solo alcune cose: io ho prenotato il mio viaggio il 14/08/2013 fidandomi dell’operatore presente la quale mi ha consigliato l’Egitto, alla mia domanda ma è sicuro? Risposta: se dovessero sussistere dei problemi in Egitto e la Farnesina blocca i viaggi , signora non si preoccupi c’è il rimborso. Al 17/08/2013 vado in agenzia, mi vengono proposti due viaggi con un importo superiore di circa 600/800 euro chiedendomi di integrare la somma. La mia risposta è stato no, Non mi sembra corretto,io avevo solo dato un acconto di 500 euro, ed il giorno 16/08/13 dovevo saldare , ma come sappiamo è arrivato il comunicato ed era trascorso solo 1 giorno dalla mia prenotazione. Io sono molto arrabbiata perché non mi è stato proposto nient’altro. Solo poca professionalità., da parte dell’agenzia cisalpina di limbiate carrefour. Se vado in qualsiasi negozio ha comprare scarpe, vestiti ecc……, se qualcosa non va, mi cambiano la merce, o mi danno un buono da potere utilizzare entro un data e sopratutto sono educati. Io personalmente non mi rivolgerò mai più ad un’agenzia (speravo di essere tutelata, anche mi domando non esiste un’assicurazione?)
          Saluti

  4. In occasioni come queste si vede benissimo chi sono le persone serie e chi sono i cialtroni

    Volete continuare a lavorare con dei miserabili?
    Nessuno ve lo impedisce, ma ricordate che a questi di voi non frega nulla… e vi lascierebbero ad impiccare ad un albero anche se voi foste innocenti…

  5. Giusto per farvi capire con chi lavoriamo: caso Viaggi di Atlantide.
    Proposto rimborso con trattenuta quote iscrizione e assicurazioni.
    Non faccio polemiche, e accetto mio malgrado.
    Arriva mail che mi informa che il bonifico mi verrà fatto…il 19 SETTEMBRE!!
    Chiedo spiegazioni.
    Risposta:
    “Egregio Sig. Massimo buon giorno,
    le quote da noi trattenute non solo assolutamente definite indebite in quanto i tour operator si sono trovati, in altissima stagione, a gestire migliaia di cancellazioni determinate da eventi che esulano dalla propria responsabilità.
    Il rimborso, per sua stessa definizione, ha ad oggetto solo il prezzo di quegli elementi del pacchetto non ancora fruiti (es. volo e soggiorno) e non quelli già beneficiati.
    Il premio per le polizze assicurative (se eventualmente stipulato) viene incassato dal t.o. per conto della Compagnia di assicurazione che presta la garanzia; il contratto assicurativo ha già avuto effetto e il premio non può essere oggetto di rimborso.
    La quota di iscrizione copre invece i costi generici connessi all’apertura della posizione relativa al viaggiatore che abbia fatto richiesta dei servizi, quali, a titolo esemplificativo, i costi amministrativi, i costi di comunicazione con compagnie aeree, strutture ricettive, compagnie assicurative ecc. Anche tale quota viene considerata dai tour operator come non rimborsabile, in quanto costo già sostenuto per una prestazione già eseguita in favore del turista.
    In qualità di agente di viaggio dovrebbe sapere la grande perdita che un t.o. come noi può aver avuto, ma forse non le è ben chiaro qualche passaggio della filiera turistica e le ricordo – come saccentemente sottolinea – che noi vendiamo i nostri prodotti esclusivamente attraverso le agenzie di viaggio, ma questo aspetto anziché essere valorizzato, lei lo deride!?

    Stiamo gestendo pratica per pratica e abbiamo previsto i rimborsi sulla base delle partenze previste, il nostro reparto amministrazione le ha inoltre fornito la data precisa del rimborso e pertanto non vediamo quale sia la problematica in tal senso se si comprende la situazione vista anche dal nostro punto di vista.
    Cordiali saluti
    Ufficio Clienti”

    Ribatto dicendo che voglio il bonifico di rimborso immediato, aggiungendo alcune repliche alla mail qui sopra.
    Risposta:

    “Egregio Sig. Massimo,
    preferisco non cogliere le sue facili provocazioni e la ringrazio per la collaborazione.
    Come precedentemente comunicatole dal reparto amministrazione, il rimborso verrà eseguito in data 19/09.
    Cordiali saluti
    Dott.ssa XXX XXX
    Responsabile Comunicazione & Marketing ”

    Ogni commento è superfluo.
    Buon lavoro.

  6. Fate causa, senza pietà, davanti ai vweri Giudici di Pace delle vostre città. Ed una volta vinta la causa (perché sicuramente la vincerete) procedete pure con i precetti ed i pignoramenti e pubblicateli sui giornali. Ottima pubblicità! E fate segnalazioni all’Antitrust per risposte non corrette ai vostri reclami, così si beccheranno altre sanzioni

  7. Il mio caso é ancora più eclatante Alpitour ha chiuso il villaggio di Marsa Matrouh in anticipo (il 20/8), i miei clienti dovevano partire l’8/10 (al momento si stanno valutando le partenze fino al 15/9 giusto??) e loro hanno mandato il comunicato che se annullano si tengono le q.i.+ass.ne oppure possono congelare l’importo o riprenotare altro!
    Il cliente deve pagare anche se il gruppo Alpitour ha deciso di non proseguire la stagione, questo é il massimo!Che schifo!

  8. Ieri rientro anticipato da Marsa Alam per circa 220 ospiti più’ staff animazione e assistenza settemari….il t.o. Si sostituisce ai governi italiano ed egiziano e decide che la situazione si aggrava e la chiusura dello spazio aereo e’ prossima….benvenuti in Italia.

  9. Marguttu una domanda? secondo te per 70 Euro chi andrà a fare denuncia?….Li sonosci i tempi d’attesa della nostra giustizia Italiana? …..e i costi di un avvocato e carte bollate da fare???
    Tra 10 anni forse avrai una risposta……
    Questo lo sanno tutti, TO compresi che Hanno “forza” nel sistema fallace giuridico italiano !
    Non farà nulla nessuno, 3 anni fa stessa scena con la primavera araba e nessuno ha fatto denuncia……siamo solamente alla scena 2 di un film già visto! 🙂

  10. Ma allora, Autotutela che e’ sempre in primissima linea a combattere queste ingiustizie come pensa di agire??non sarebbe buona una class action da parte di tutte le associazioni riunite?

    O come al olito in italia ci si lamenta e poi si paga?
    Si sa che siamo il paese dell’ Armiamoci e partite, ma questo caso potrebbe essere uno snodo cruciale per la considerazione verso le agv da parte dei fornitori, per il futuro.
    Se questa volta si permettono di fare questo, significa che anche le prossime gli sara’ dovuto tutto quello che decidono.

    Ricordo che dalla nostra abbiamo SEMPRE un arma pesantissima, la scelta di vendita, peccato che molti, troppi ancora non l abbiano capito. E’ vero, sono solo un semplice dipendente, uno stupido dipendente, ma capisco che alcune scelte possano essere dolorose e con conseguenze complicate in taluni casi, ma non possiamo piu’ continuare così.
    Sono certo (Autotutela magari mi smentira’) che ogni to che si rispetti avra’ qualche assicurazione che va a coprire questi casi, e che costera’ bei bei soldi ogni anno…capisco che l annata sia pessima e che questa tegola non ci voleva,
    penso che se avessero cercato di mediare offrendo un buono viaggio pari alle qi da sfruttare entro uno o due anni molti avrebbero compreso e ci si sarebbe venuti incontro, qui c’e’ un muro contro muro, che per me sara’ un crocevia FONDAMENTALE per i rapporti futuri tra to e povere agv.
    saluti a tutti

    • AUTOTUTELA A LUCA
      =================
      Ma cosa dobbiamo ancora dire e fare? Sul nostro sito – menù, ultimo pulsante SOS EGITTO – abbiamo indicato i percorsi da seguire in ogni circostanza, abbiamo pubblicato i modelli da utilizzare e fornito ogni indicazione possibile. Inoltre forniamo assistenza legale GRATUITA a tutti i clienti delle agenzie nostre associate.
      Noi non possiamo sporgere denuncia sostituendoci ai consumatori, e nemmeno possiamo parlare loro sostituendoci agli ADV… Qualcosa fatela voi e fatela fare ai vostri clienti…

      • Autotutela, continuo qui sotto rispondendo al tuo commento circa il mio su Alpitour che “ha le mani legate…o legale” : infatti la prima cosa che ho detto al cliente è stata che può fare denuncia alla autorità se non avesse accettato questa trattenuta illegale…e per la cronaca sto parlando di 300 euro di quota di iscrizione circa, più 200 euro di assicurazione annullamento (quest’ultima ovviamente opzionale).

  11. Che figuraccia stanno facendo tour operator ed affini con questa emergenza gestita in maniera di ricavrne il maggior profitto!!!
    Staranno gioendo gli operatori seri come Domina,i viaggi del turchese che hanno rimborsato completamente le quote viaggio.
    Ricordate amici agenti…noi vendiamo i prodotti e noi decidiamo chi arricchire!!!
    Un saluto

  12. Stefano Beach club nel tuo primo post hai scritto che Alpitour ha accettato le tue richieste…potresti spiegarti meglio grazie? perchè con me non lo ha fatto, solo rimborso classico escluso quote e assicurazione…attendo tue, saluti

  13. Buongiorno a tutti, mi aggiugo al folto gruppo di quanti vengonoTAGLIEGGIATI ILLEGALMENTE dai TO e agenzie : in questo caso BLUVACANZE – GOING; ho prenotato direttamente al centro clienti Bluvacanze in un villaggio GOING (un viaggio in egitto a Sharm periodo 8-15 settembre struttura nuova 5 stelle, in hotel nuovo prenotato 6 mesi fa ai prezzi di allora. Loro annullano il viaggio il 23 agosto, in alternativa offrono: tunisia 4* a prezzi correnti (così guadagnandoci di più di quello che avrebbero fatto se avessi ivi prenotato 6 mesi fa) oppure Kenya a 580 in più. Rifiutano il rimborso toale con prospettata perdita per me di euro 245 tra quote iscrizione!! Mando raccomadnata di messa in mora e richiesta integrale di rimborso, compeltamente ignorata…ma ignorata anche dal centro assistenza clienti e rpenotazioni che non si degnano di una telefonata nonstante la medesima lettera di reclamo e rimborso sia stata inviata anche a loro. Dunque attualmente sono di fronte ad un muro: nessuno mi risponde ed hanno in mano quasi 1900 euro MIEI!! FANNO SCHIFO!!!!

  14. ANDIAMO AVANTI A PRENOTARE AL CENTRO SERVIZI, IO HO PRENOTATO IN UN AGENZIA E LA SIGNORINA SI E’ FATTA IN QUATTRO A TROVARMI LA SOLUZIONE PER LA MIA VACANZA.
    MI HA RIMBORSATO DI TASCA SUA LE Q.I. + SPESE DI APERTURA PRATICA.
    COSCIENTE DEL FATTO CHE CONTINUERO’ AD ESSERE SUA CLIENTE.
    INVECE TANTI PREFERISCONO PRENOTARE AL CENTRO SERVIZI……………………………..

  15. ma per i voli Alitalia non vale la stessa politica?
    mi hanno concesso possibilità di cambio destinazione (solo internazionale) ma non il rimborso del biglietto
    mi confermate che è giusto così?

    • Sei un agente di viaggio o un cliente e se sei un cliente dove hai acquistato il biglietto. dammi queste informazioni poi ti rispondo
      saluti

  16. Scusate sono un agente di viaggio che h venduto Phone& Go e nonostante due raccomnadate non ha ancora restituito la quota del viaggio ( trattenedo €35) siamo ad ottobre e mi senti presa in giro , chiamo tutti i gg e mi sento rispondere che provvederanno…qualcuno e’ nella stessa mia situazione?
    Grazie
    Federica

LEAVE A REPLY

*